Tinteggiatura – L’idropittura e le ultime tendenze

Tinteggiatura

Quando si decide di eseguire la tinteggiatura in casa spesso si sceglie il fai da te pensando che si tratti di un intervento semplice. In realtà non è così, ed anzi è più facile cadere in errori come scegliere la pittura sbagliata o acquistare prodotti di bassa qualità. Per essere certi di fare un buon lavoro è sempre meglio chiedere consiglio o affidarsi a dei professionisti come quelli di ADM Painting Service. Qui troverete personale preparato e dalla pluriennale esperienza, in grado di interpretare le vostre esigenze ed eseguire lavori di qualità. Un prodotto molto richiesto, e a cui ci si affida sempre più spesso, è l’idropittura. Perciò vediamo di capire quando è meglio utilizzarla e quali sono le varie tipologie.

Cos’è e come si utilizza

Come possiamo immaginare dal nome si tratta di un tipo di vernice per tinteggiatura. Per utilizzarla è necessario diluirla in acqua. Generalmente è venduta in soluzioni concentrate e con una scelta tra varie tonalità di bianco. Ovviamente è possibile avere a disposizione diverse colorazioni, vi basterà acquistare ed aggiungere il pigmento che desiderate. In ogni caso per eseguire la tinteggiatura con questa vernice basterà seguire le indicazioni sulla latta e diluire il pigmento nella vernice, o aggiungere semplicemente dell’acqua se volete il bianco. La quantità di vernice necessaria va stabilita in base alle indicazioni e alle dimensioni dell’ambiente che dovrete tinteggiare. In ogni caso una volta diluita, l’idropittura va riposta in un luogo asciutto e al riparo da fonti di calore. Ricordate però che non può essere conservata a lungo.

Tipologie di idropittura

Esistono molte tipologie di idropittura che si utilizzano per la tinteggiatura e ognuna si distingue e si classifica per lucentezza. In generale è possibile scegliere tra un’idropittura:

  • Patinata
  • Semi-patinata
  • Satinata
  • A guscio d’uovo
  • Opaca

Inoltre in base alle caratteristiche che può avere l’idropittura è possibile fare un’ulteriore classificazione. Quindi possiamo distinguere idropitture per tinteggiatura:

  • Traspirante
  • Igienizzante
  • Lavabile
  • Super-lavabile
  • Termoisolante

Operazioni preliminari

Per eseguire una tinteggiatura di qualità, il primo passo è quello di eliminare eventuali difetti delle pareti stuccando le crepe e le irregolarità. Ricordatevi di controllare la presenza di vernici preesistenti e nel caso fossero della stessa tipologia stendete direttamente il nuovo colore. Se invece si tratta di una vernice differente, dovrete eliminarla completamente. Nel caso in cui ci fosse della carta da parati, potrete scegliere se rimuovere la tappezzeria o stendere il colore sopra di essa. Anche se eseguirete così la tinteggiatura dovete fare attenzione ad eventuali imperfezioni.

Tinteggiatura

Un consiglio fondamentale è quello di effettuare due o tre mani di colore, iniziando ovviamente dal soffitto e continuando con le pareti. Per eseguire una tinteggiatura di qualità, soprattutto per queste superfici, lo strumento ideale è il rullo magari dotato di manico estensibile. Invece per le zone più piccole è più indicato un pennello di precisione, o un pennellessa.

Come abbinare pareti e arredamento

Se volete eseguire la tinteggiatura della vostra abitazione e rimanere al passo con i tempi dovete tenere presente che il colore dell’anno è il Poised Taupe. Si tratta di un grigio talpa, un colore né caldo, né freddo, né chiaro, né scuro. In sostanza è tonalità perfetta per ogni ambiente e ogni tipo di arredamento. Si adatta a pavimenti in legno e in ceramica.

Per la zona giorno puoi ravvivare l’atmosfera con tocchi di arancio o di verde. Per la zona notte meglio la biancheria chiara, i questo modo l’atmosfera risulterà calda e accogliente. Infine le tonalità pastello come il verde sono perfette per una casa moderna. Soprattutto se abbinate a mobili chiari. Perciò se i tuoi mobili sono moderni ma di colore scuro, puoi optare per una parete accesa, darà carattere all’ambiente. Se invece hai deciso di tinteggiare con tonalità più neutre, ricordati di scegliere accessori dai colori vivaci così che l’ambiente non risulti asettico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *